Imparare l’ecologia

Adottare un comportamento ecosostenibile significa impegnarsi in un processo di consapevolezza e conoscenza costante. Se “Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo” (Laozi capitolo 64 del “Libro del Tao e della virtù”  Dàodéjīng), i piccoli gesti di ogni giorno possono contribuire alla sostenibilità globale. Tanti sono i comportamenti virtuosi “noti” che possiamo adottare, proviamo ad ampliare l’elenco con fantasia e leggerezza.

Nonalogo più…

  1. Pollice verde in alto! Balconi, terrazzi, pianerottoli, dentro casa, fuori casa e ovviamente nei giardini! Piantiamo, piantiamo, piantiamo. Ovunque, basta che sia verde e respiri per noi. Diamo spazio al verde.
  2. Se non riusciamo a fare a meno delle sigarette, almeno usiamo i portacenere. Secondo un’indagine del 2017 solo a Milano ogni giorno, ripetiamo ogni giorno, vengono buttate per terra un milione di mozziconi di sigarette. Su scala mondiale ogni giorno 10 miliardi di mozziconi. Grande parte finisce anche in mare. Un mozzicone di sigaretta impiega circa 2 anni per biodegradarsi…i conti sono presto fatti. Se l’impazienza di liberarci del mozzicone ci impedisce di arrivare al pattume più vicino, un tubetto di alluminio in tasca può risolvere il problema.
  3. Riscopriamo il fruttivendolo. Mangiare più frutta e verdura e meno carne fa bene a noi e alla terra. Acquistare frutta e verdura dal fruttivendolo forse costa un po’ di più, ma comprando nel negozietto sotto casa risparmiamo all’ambiente tutto il confezionamento di plastica utilizzato per il porzionamento dei prodotti. Se poi di regola consumiamo prodotti biologici, di stagione e a km 0 abbiamo fatto tombola!
  4. Preferiamo borse di stoffa per fare la spesa. Il top sarà prodursele da sé riciclando magliette e abiti dismessi. Eco sostenibilità assicurata associata a un’attività creativa che libera la mente, anche in questo caso l’autostima sale al top!
  5. Denti sempre più bianchi? Ben lavati può già andare bene. Non lasciando scorrere l’acqua, ancora meglio. Informandoci sulle microplastiche contenute nei dentifrici che finiscono nelle acque reflue e poi nella pancia dei pesci, super. Ma possiamo raggiungere vette altissime scegliendo uno spazzolino in legno riciclabile o almeno con la testina cambiabile…sembra uno sciogli lingua ma il risparmio di plastica immessa nell’ambiente è assicurato.
  6. Le tre R: riduci, ricicla, riusa. Concetto generale che si può applicare a tantissimi oggetti. Favoriamo il passamano, mettiamo in condivisione, facciamo esplodere la fantasia riprogettando creativamente abiti, mobili, spazi e tutto ciò che si può senza limiti.
  7. Ripuliamo il pianeta camminando. Non lasciamo indietro nemmeno il più piccolo pezzettino. Se siamo particolarmente attivi, potremmo passare dal jogging al plogging, attività sportiva nata in Svezia in cui si va a correre raccogliendo i rifiuti che si trovano a terra. Alla fine della raccolta posta sui social le foto del “bottino”, sta diventando un’abitudine virale e tutto sommato ne siamo contenti.
  8. Organizzare una festa ricordandoci dell’ambiente, eliminando stoviglie di plastica, utilizzando carta riciclata, limitando finti petali di rosa ed evitando di liberare palloncini in cielo ci farà sorridere più felici.
  9. Infine coinvolgiamo tutti, ma proprio tutti quelli che riusciamo.
  10. Più uno Impariamo tutto ciò che c’è da sapere.

Imparare l’ecologia