Cosa è il cuore? Un muscolo… la sede dello Shen… la sede dell’io… il terzo cervello… poesia?

Tutte queste cose!

Muscolo

È un muscolo straordinario che pompa circa 5 litri di sangue al minuto, oltre 200 milioni di litri in una vita intera. È striato come i muscoli volontari ma non si contrae grazie alla volonta quindi è involontario. Si contrae all’incirca 70/75 volte al minuto e vi assicuriamo una numero di volte impressionante negli anni.

Shén

Lavora nell’oscurità, ma è sede dello shén “lo splendore della vita”.
Shén è un concetto complesso con svariate sfaccettature che può essere tradotto come “spiriti”.
È lo spirito divino che scende sull’uomo e nell’uomo, fino a farne parte. Collegamento principale tra Cielo e Terra, supremo comandante di tutte le funzioni fisiche ed intellettive del corpo: l’Imperatore. Il cuore quindi con le sue diramazioni governa gli altri quattro organi zang: polmoni, fegato, milza e reni.

«Ciò che segue fedelmente gli Spiriti nel loro andare e venire denota gli hun. Ciò che si associa alle essenze nel loro entrare e uscire denota i po.
Ciò che prende in carico gli esseri viventi è chiamato cuore.
Il cuore si applica, ecco il proposito.
Il proposito diventa permanente, ecco il volere.
Il volere, che si mantiene, cambia, ecco il pensiero.
Il pensiero si dispiega in lontananza e potentemente, ecco la riflessione. La riflessione dispone di tutti gli esseri, ecco il saper fare.»

(La risposta di Qi Bo, Huangdi Neijing Lingshu, cap. 8)

Io

Quando concretizziamo con un movimento il concetto di “io”, portiamo il dito al petto.

Cervello

La moderna neurocardiologia studiando i collegamenti tra cuore e cervello ha confermato la funzione del cuore come “terzo cervello” dotato di una intelligenza mista: emotiva e razionale. Il cuore possiede una rete di decine di migliaia di neuroni capaci di inviare segnali di armonia a tutte le strutture corporee. Ad ogni battito il cuore traasmette sangue e conoscenze, apre circuiti neurologici, ormonali, immunologici, emozionali e comportamemntali influenzando la nostra salute fisica e mentale.

…e poesia!

Grazie al nostro cuore che ci conduce e illumina.

Ti ringrazio, cuore mio:
non ciondoli, ti dai da fare
senza lusinghe, senza premio,
per innata diligenza.
Hai settanta meriti al minuto.
Ogni tua sistole
è come spingere una barca
in mare aperto
per un viaggio intorno al mondo.
(Wislawa Szymborska)

 

Evviva un cuore illuminato! Scuola di Naturopatia a Bologna