Cosa lega la parola “Salutogenesi” alla famosa frase di Rossella O’hara in Via col vento: “Domani è un altro giorno”?
Il concetto di salutogenesi fu sviluppato da Aaron Antonovsky, sociologo della medicina, negli anni sessanta in seguito ad una ricerca che gli fu affidata dal governo israeliano per capire gli elementi caratterizzanti lo stato di salute della popolazione anziana. La domanda alla quale Antonovsky cercò di dare una risposta fu: «Quali sono le fonti della salute, come si crea, e come può essere rinforzata?» ben lontana dalla domanda: «Quali sono le cause della malattia?». Il cambio del punto di vista è notevole!
Egli ipotizzò che le risorse interne/interiori possono modificare l’impatto dei fattori di stress connaturati all’esistenza umana. In particolore le capacità di comprendere, di esercitare una qualsiasi forma di controllo e di dare un senso possono aiutarci nel cammino della vita.
La salutogenesi coinvolge tutte le strategie atte a promuovere la salute dell’individuo…e tra queste non ci possiamo dimenticare della resiliente Rossella che ha la forza di gettarsi alle spalle, fosse anche solo per una notte, le sue incredibili peripezie!
Questa storia ve la potrebbe raccontare anche un albero di cachi e se lo trovate ascoltatelo…

#parolecuriose
#curiosandotraitesti
#viacolvento
www.scuoladinaturopatia.it

2018-08-29T16:27:00+00:00 5 giugno 2018|Categories: Curiosando tra le parole|Tags: , , |